SOSTIENI BAFE'

Il 14 aprile del 1980 ci lasciava Gianni Rodari e oggi più che mai sentiamo forte il bisogno di ritornare al suo pensiero, di cercare conforto nella sua letteratura, di trovare riparo nel suo ottimismo, nella sua fiducia nell'uomo.

Chissà come avrebbe vissuto questi tempi, chissà quali occhiali avrebbe indossato per guardare questi giorni alla rovescia, a gambe all'aria.

Riprendiamo i suoi libri tra le mani e frughiamo, ché una risposta vogliamo trovarla.

Su Gianni, parlaci, scuotici, di' pure che questo sguardo è limitato, che mille possibilità se ne stanno nascoste e tocca a noi stanarle!

Eppure ce lo avevi già detto.

Eppure avevamo già apprezzato questi tuoi versi. Adesso però li comprendiamo.

"Sempre bisogna imparare daccapo

con sudore e lagrime."

Allora ci arrampicheremo, ci aggrapperemo, impareremo 'daccapo' e proveremo a starvi accanto, noi e le storie.

Per questa ragione abbiamo deciso di continuare con il nostro appuntamento settimanale, affacciandoci alla finestra virtuale di Zoom e di offrire la possibilità, a chi lo volesse, di acquistare i libri in vendita da Bafè in modo da render più lieti i vostri giorni.

La porta azzurra si aprirà per consegnarvi i libri scelti precedentemente: scriveteci, telefonateci (il nostro cellulare: 347 42 32 699), saremo lieti di darvi consigli, di proporvi storie, di inviarvi le foto dei libri che potrebbero piacervi, in modo da poter scegliere in tranquillità, stando a casa.

 Ogni martedì e giovedì, dalle 17 alle 19, sarà possibile ritirare i vostri pacchetti colorati, ognuno contenente una piccola sorpresa, una carezza e un sorriso che non possiamo ancora scambiarci fisicamente.

Bafè continuerà a lavorare, a leggere, a studiare, ad immaginare per voi e se non sarà possibile varcare la sua soglia, noi varcheremo quella delle vostre case, se ce lo permetterete, con i nostri libri e le nostre letture ad alta voce.

Viktor Frankl, neurologo e psichiatra viennese, scriveva:

"Quando non siamo più in grado di cambiare una situazione, siamo sfidati a cambiare noi stessi."

Noi abbiamo scelto di accogliere il suo invito, provando a reinventare il nostro quotidiano, tenendo stretto quello che vorremmo però non cambiasse: Bafè e il suo sogno.

Se volete sostenerci, è possibile versare un contributo libero utilizzando PayPal (info@bafe.it) oppure tramite bonifico bancario all'iban it87x3608105138247242047250.

Con grande affetto,

Rossella e Fabio